I cinesi non sono ancora tornati a viaggiare dopo il Covid


23 Gennaio 2024
di Redazione

Da quando, nel 2023, la Cina ha riaperto le frontiere, dopo tre anni di isolamento anti-Covid, i viaggi all'estero sono ancora solo un terzo dei livelli pre-pandemici. E’ quanto scrive il New York Times, sottolineando come sia alta la posta in gioco e quanto la questione sia importante a livello internazionale, in particolare per i Paesi che vivono di turismo.

Prima della pandemia, i viaggiatori cinesi erano coloro che spendevano di più e rappresentavano il 20% della spesa turistica globale, secondo l'Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite.

A frenare i turisti cinesi, secondo il New York Times, è la situazione economica del Paese e in particolare la crisi immobiliare che ha frenato la fiducia dei consumatori in una piena ripresa dopo anni di pandemia. Alla situazione economica interna si aggiungono le dispute commerciali con gli Stati Uniti e l'Europa, dove hanno sede molte grandi multinazionali.

A dicembre il numero di posti disponibili sui voli da e per la Cina è stato solo il 62% di quelli disponibili nel dicembre 2019, secondo OAG, una società di analisi dei dati di volo citata dal quotidiano americano. Ma i viaggi interni sono aumentati: durante il fine settimana alla fine del mese scorso, il numero di voli interni ha superato i livelli pre-pandemici di quasi il 10%. All'inizio dello scorso anno, c'erano solo circa 500 voli internazionali a settimana da e per la Cina, secondo l'Amministrazione dell'aviazione civile di Pechino. Ora sono circa 4.600 e si prevede che il numero aumenterà a 6.000 entro la fine dell'anno, circa l'80% dei livelli pre-pandemici.

Share this content:

© - 2024 Kindacom Srl  - Via Bernardo Quaranta, 40 – 20139 Milano  - C.F. e P.IVA 10640270962 - Capitale Sociale Euro 10.000 i.v. - www.kindacom.com

Le foto presenti su kindanews.news sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo alla redazione kindanews.news@gmail.com, che provvederà alla rimozione delle immagini utilizzate.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram