Come navigare nelle acque turbolente della geopolitica


11 Marzo 2024
di Marco Cagiano

Il momento economico è positivo: gennaio e febbraio al di sopra delle aspettative, una recessione che sembra più lontana e un cauto ottimismo che si fa strada in questi primi mesi del 2024.

I mercati azionari e obbligazionari hanno risposto bene, anche oltre le attese, e ci si aspetta che mantengano questo andamento per tutto l'anno, anche se è una fase in cui è piuttosto difficile esporsi.

Chi conosce il mondo finanziario sa che è sempre difficile esporsi e fare ipotesi, ma nell'ultimo periodo lo è anche di più: perché? Perché c'è sempre da considerare un'instabilità geopolitica che può stravolgere trend e convinzioni, creando rapidamente una nuova normalità, un nuovo "sentiment" economico.

Lo ha sostenuto anche Andrea Enrico Ragaini, Presidente dell'Associazione Italiana Private Banking, nel suo intervento a Missione Risparmio di Class CNBC (Milano Finanza). L'incertezza a cui quasi ci stiamo abituando (ma è impossibile farlo davvero, è un'illusione) può avere un forte e immediato impatto sulla crescita, sull'inflazione in discesa e su qualsiasi altro aspetto economico che potremmo analizzare ora secondo la situazione attuale.

I tassi scendono un po' più lentamente del previsto ma scendono, così come l'inflazione... senza abbozzare correlazioni difficili da dimostrare nel presente, teniamo d'occhio questi trend con particolare attenzione per i cosiddetti "mega-trend", come la transizione energetica e la tecnologia.

Parafrasando Gianluca Vialli in una sua metafora sulla vita, "l'economia è al 20% ciò che succede e all'80% come reagiamo a ciò che succede". Vero, ma soprattutto attuale.

Share this content:

© - 2024 Kindacom Srl  - Via Bernardo Quaranta, 40 – 20139 Milano  - C.F. e P.IVA 10640270962 - Capitale Sociale Euro 10.000 i.v. - www.kindacom.com

Le foto presenti su kindanews.news sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo alla redazione kindanews.news@gmail.com, che provvederà alla rimozione delle immagini utilizzate.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram