In questi ultimi mesi è difficile star dietro a tutto quel che succede intorno all'Intelligenza Artificiale: notizie su nuovi sviluppi, prese di posizioni, strategie aziendali modificate in corsa, effetti a cascata sui vari settori.

In particolare il discorso pubblico si fa particolarmente denso sul tema dell'Intelligenza Artificiale Generativa, quella in cui l'AI simula di essere umana, facendo qualcosa che sappiamo fare anche noi - rispondere a una domanda, disegnare, scrivere – ma con maggiore rapidità e completezza.

Chat GPT è l'esempio più chiaro e conosciuto da tutti, così intuitivo da essere una delle app al mondo più scaricate sugli smartphone. Ma in realtà lo scenario legato all'AI si arricchisce e diventa giorno dopo giorno sempre più complesso.

Proviamo a fare il punto a oggi. 

OpenAI è la società che sta al centro delle attenzioni: nata come laboratorio di ricerca sull'AI costituito da una società non profit con l'obiettivo di promuovere e sviluppare una “intelligenza artificiale amichevole” ma che, negli ultimi tempi, è surclassata dalla sussidiaria for profit OpenAI L.P.. Questa è la principale critica mossa da Elon Musk - tra i fondatori di Open AI - che addirittura ha fatto causa al CEO Sam Altman per aver rinnegato la missione originale della start up, specialmente da quando Microsoft ha iniziato a finanziarla con vari miliardi di dollari, collaborando sempre più strettamente.

Ed è proprio Microsoft che sta spingendo forte l'acceleratore AI anche all'interno dei suoi software, con quello che un tempo era Bing e oggi è diventato CoPilot. L'assistente di intelligenza artificiale nella sua versione professionale (CoPilot Pro) verrà infatti integrato nel pacchetto Office: quindi su Word basterà proporre un argomento e il programma produrrà documenti ricchi e dettagliati, su Outlook riassumere una mail o scrivere una bozza di risposta, mentre su PowerPoint creare presentazioni ricche di contenuto e visivamente stimolanti.

In un ambito più creativo invece OpenAi ha annunciato Sora, un nuovo tool che permette di creare video di alta risoluzione di 60 secondi con scene molto complesse e dettagliate, partendo da una descrizione testuale più o meno accurata e che potrebbe stravolgere radicalmente l’intero settore dei contenuti video.

Ma anche le altre big tech non stanno a guardare. Google sta sviluppando Gemini, il modello di intelligenza artificiale in grado di lavorare su testi, immagini e video rivolto principalmente all'istruzione e al mondo scolastico. Mentre Apple, per concentrare i propri fondi sullo sviluppo della propria intelligenza artificiale generativa, ha deciso di abbandonare i piani sul progetto dell'auto elettrica su cui stava lavorando da quasi dieci anni coinvolgendo circa 2000 dipendenti.
Non si era mai visto prima un tema così forte da rivoluzionare completamente piani e strategie aziendali di importanti multinazionali.

Oltre 850mila nuovi iscritti in un giorno. Bluesky arriva ufficialmente sul mercato e può contare già su oltre 4 milioni di utenti che sono entrati nella piattaforma social durante la fase di test durata quasi un anno. Tra i maggiori finanziatori di Bluesky c’è Jack Dorsey, l’ex co-fondatore di Twitter. Bluesky si rivolge a tutti quegli utenti delusi dalla nuova gestione di ‘X’ da parte di Elon Musk e assicura di aver creato un team dedicato al controllo della veridicità dei post per evitare il diffondersi di fake news.

“C’è ancora molto lavoro da fare, ma abbiamo ben in mente l'obiettivo: l'adozione di un protocollo aperto per i social per costruire qualcosa di migliore, al servizio dell'utente”, ha commentato l’amministratore delegato di Bluesky, Jay Graber. La piattaforma di microblogging non è molto diversa da ‘X’: gli utenti possono creare brevi post, seguire altre persone e visualizzarne gli aggiornamenti. 

L’intelligenza artificiale sta diventando così simile all’uomo da aver sviluppato la pigrizia. OpenAi ha annunciato, in un post, di aver aggiornato ChatGPT per “generare codici in modo più veloce e accurato e fare in modo di ridurre i casi di pigrizia che portano a non realizzare un compito assegnato”. 

Nel novembre scorso, un gran numero di utenti aveva segnalato che la versione ‘4’ di ChatGPT non riusciva a svolgere attività con la stessa efficacia e completezza delle versioni precedenti. Alle lamentele OpenAI aveva risposto con un comunicato nel quale spiegava che “il comportamento del modello può essere imprevedibile, stiamo cercando di risolvere il problema”. Con il nuovo aggiornamento, ChatGPT sembra essere tornata in gran forma.

Elon Musk ha annunciato di aver inserito per la prima volta nel cervello di un uomo l'impianto Neuralink che permetterà di comandare dispositivi esterni con la forza del pensiero. "Sul primo essere umano è stato inserito l'impianto di Neuralink. Si sta riprendendo bene. I risultati iniziali mostrano un promettente rilevamento dei picchi neuronali", ha scritto Musk sul suo profilo 'X'. "Il primo prodotto si chiama Telepathy", ha aggiunto in un secondo messaggio, "permette di controllare il vostro telefono o il computer solo con il pensiero, inizialmente lo utilizzeremo per le persone che hanno perso l'uso dei loro arti".

Lo scopo per il momento è principalmente medico. I chip dovrebbero consentire alle persone paralizzate di controllare un cursore o una tastiera con il solo pensiero. La ricerca dei volontari era stata avviata nel settembre scorso, con un messaggio pubblicato sul profilo Neuralink rivolto a "persone affette da tetraplegia dovuta a lesioni del midollo spinale cervicale o da sclerosi laterale amiotrofica (SLA)".

Prende forma la prima intelligenza artificiale generativa italiana che si sta 'addestrando' sul supercalcolatore Leonardo di Bologna. Creato da iGenius in collaborazione con il Cineca, questo "large language model" concepito sulla lingua italiana è un esempio di come il made in Italy possa estendersi anche alla tecnologia avanzata. A darne notizia è Il Sole 24 Ore.

Uljan Sharka, fondatore di iGenius, si impegna a rendere il modello disponibile entro l'estate. Questa impresa rappresenta una sfida notevole per una start-up che, sebbene abbia iniziato lo sviluppo di un'intelligenza artificiale nel 2016, aveva originariamente concentrato la propria attenzione su prodotti finalizzati a semplificare la lettura e l'elaborazione dei dati aziendali.

Il modello “Italia” è allenato su dati completamente liberi da diritto d'autore, grazie a Wikipedia ma anche alla rete di università che sono collegate a Cineca. La struttura, secondo Il Sole 24 Ore, è pensata in ogni caso per garantire la privacy e consente alle imprese che volessero usarla di scaricare tutto il modello su apparecchiature proprietarie e di non condividere in rete segreti industriali o informazioni sensibili.

Il Consumer Electronic Show (CES) di Las Vegas è la convention tecnologica più importante al mondo, dove ogni anno i colossi dell’hi-tech presentano le loro ultime novità più avveniristiche. 

Dai televisori trasparenti agli asciugacapelli a infrarossi, dalle auto a guida autonoma di ultima generazione agli aerotaxi. Il CES 2024, che si è svolto dal 9 al 12 gennaio 2024, è stato come ogni anno ricco di novità tecnologiche. Ecco una selezione delle novità presentate a Las Vegas e qualche link per approfondire.

La sfida dei nuovi schermi tv e l'assistente bipede che gira per la casa

LG ha svelato il primo televisore OLED trasparente wireless al mondo. Il pannello sembra una lastra di vetro ed è collegato senza fili a un hardware che lo comanda a distanza. Samsung ha presentato gli schermi OLED super resistenti, “da standard militari”, e Ballie (foto sopra), l’assistente personale che gira per la casa, può controllare gli elettrodomestici e registrare immagini.

Samsung ha inoltre presentato i nuovi display OLED pieghevoli super resistenti. Video SKY - Tutte le novità

L'asciugacapelli che utilizza la luce a infrarossi

L'Oreal ha sviluppato un asciugacapelli che utilizza una combinazione di luce infrarossa e aria

LEGGI - Wired, i gadget più inaspettati

Il parcheggio automatizzato di BMW

La casa automobilistica tedesca ha svelato la sua nuova concept car BMW iX. Una delle sue nuove caratteristiche è il parcheggio automatizzato che consente la teleoperazione: il conducente può parcheggiare l'auto senza sedersi nell'abitacolo e parcheggiare l'auto a distanza.

Hyundai presenta il suo aerotaxi

Supernal, del gruppo Hyundai Motor, ha presentato il suo nuovo aerotaxi, S-A2. Il veicolo elettrico a decollo e atterraggio verticale per 4 passeggeri è progettato per navigare a 193 km/h a un'altitudine di 457 metri.

© - 2024 Kindacom Srl  - Via Bernardo Quaranta, 40 – 20139 Milano  - C.F. e P.IVA 10640270962 - Capitale Sociale Euro 10.000 i.v. - www.kindacom.com

Le foto presenti su kindanews.news sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo alla redazione kindanews.news@gmail.com, che provvederà alla rimozione delle immagini utilizzate.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram